martedì 30 settembre 2008

Sai come funziona

Metti che alle 9 di sera ti chiama la redazione di un'importante trasmissione televisiva di prima serata per invitare l'indomani il tuo presidente tra gli ospiti. Metti che tu ti fai il mazzo tutto il giorno per preparare il tuo capo a fare la migliore figura possibile. Metti che 3 ore prima della puntata la redazione ti chiama per dirti che...mi dispiace, è saltato il tema della puntata, sarà per la prossima volta...sai come funziona...

Purtroppo lo so.

8 commenti:

homoeuropeus ha detto...

Lo so che per un'organizzazione come la tua un "passaggio" televisivo e' sempre una cosa importante e preziosa, ma io sinceramente agli organizzatori di quella trasmissione non gli darei piu' la disponibilita' ad ansare: "sapete com'e'.... il Presidente ce l'ha un po' con voi per come lo avete trattato l'ultima volta"

Alessandro Iapino ha detto...

sono vere entrambe le cose che dici. c'è da dire che il rapporto con tale redazione è ormai abbastanza consolidato...e cordiale. resta il fatto che ho buttato una giornata di lavoro...e poi a fare questo mestiere si impara ad incassare.
comunque grazie della slidarietà.
A propostio, caro homoeuropeus, sbaglio o ci conosciamo?

Iron Mauro ha detto...

@homoeuropeus

Ritirare la disponibilità ad una trasmissione? Proviamo a vedere la cosa dal punto di vista dell'addetto stampa, sulla base di due ipotesi: 1) lavora per l'azienda oppure 2) è consulente. Nel primo caso, ci sono pochissime persone che si possono permettere una cosa del genere. Nel secondo, ce ne sono ancora meno.

Alessandro Iapino ha detto...

Giustamente dice Iron: chi se lo può permettere? A chi giova?

L'addetto stampa incassa e basta. Del resto, anche i redattori di quel programma hanno dovuto reinventarsi una puntata in poche ore. E' che è fatto così questo mestiere....

homoeuropeus ha detto...

Ho lavorato per un ufficio stampa nazionale a Roma e per uno analogo in Gran Bretagna e vi assicuro che se qui (a Londra) un addetto stampa, che sia assunto o consulente, non reagisce in modo duro davanti a episodi come questi, forse non perde il posto, ma sucuramente la stima dei suoi capi!
Certo in Italia e' diverso, certo i poveri redattori, certo i poveri addetti stampa.... Ma vogliamo provare (provare almeno!) a cambiare qualcosa? O accettiamo tutto come e' e poi ridefiniamo le nostre mansioni in modo da accomodarci al meglio?

homoeuropeus ha detto...

Ci conosciamo chiedi?

Si, anche se non di persona. Ma collaboro con la tua stessa organizzazione in Gran Bretagna...

il moralista ha detto...

... mi sa che homoeuropeus ci sta disvelando un approccio che non siamo più abituati a considerare: la dignità. Pensiamoci.

Alessandro Iapino ha detto...

avevi capito...ma pensavo che volevi mantenere l'anonimato...:-)